2015/08/29

Benvenuti

Qui comparirà man mano la cronologia illustrata dettagliata della missione lunare Apollo 15, che portò due astronauti (Dave Scott e Jim Irwin) a camminare sulla Luna il 30 luglio 1971, mentre Al Worden li attese in orbita.

Apollo 15 partì dalla Florida il 26 luglio 1971 a bordo di un Saturn V. Il modulo lunare Falcon con Scott e Irwin atterrò sulla Luna il 30/7/1971, alle 22:16:29 UTC, vicino al Mare Imbrium (Mare delle Piogge).

Scott e Irwin effettuarono tre escursioni lunari in aggiunta a una stand-up EVA: Scott, in tuta spaziale, si sporse all’esterno dal condotto di attracco del modulo alla sommità del veicolo e perlustrò visivamente e fotograficamente la zona circostante per circa mezz’ora.

I due astronauti restarono sulla Luna per due giorni, 18 ore e 54 minuti, raccogliendo 77,3 kg di rocce lunari e scattando 1151 fotografie in aggiunta alle trasmissioni televisive in diretta (incluso il decollo del LM) e alle riprese cinematografiche su pellicola. Nel loro bottino geologico ci fu la Genesis Rock, una delle pietre lunari più antiche mai recuperate (oltre 4 miliardi di anni).

Per la prima volta fu usata l’auto lunare Rover, che permise un raggio d’esplorazione molto più ampio rispetto alle missioni precedenti (fino a 5 km in linea d’aria) e fece di Scott il primo automobilista su un altro corpo celeste, con una percorrenza complessiva di 27,9 km. Scott e Irwin furono i primi a dormire sulla Luna senza dover restare nella propria tuta spaziale, che era di tipo migliorato e meno rigido.

Durante la terza escursione, Scott lasciò cadere simultaneamente una piuma e un martello per confermare l’ipotesi di Galileo sulla caduta identica dei corpi nel vuoto e collocò di nascosto sulla Luna una statuetta, il Fallen Astronaut, per commemorare gli astronauti statunitensi e i cosmonauti sovietici caduti dei quali si era a conoscenza all’epoca.

Worden lanciò un subsatellite scientifico dal modulo di servizio in orbita lunare e durante il viaggio di ritorno fece la prima passeggiata spaziale nello spazio profondo per recuperare le pellicole delle fotocamere automatiche di ricognizione.

La missione si concluse il 7 agosto 1971 con un ammaraggio nell’Oceano Pacifico dopo 12 giorni, 7 ore e 11 minuti.